Pensieri

Una pugnalata al cuore. Non so che dolore si provi ma penso che si avvicini molto a quello che provo ora. Un dolore adoloretroce e fisso proprio nel centro del muscolo cardiaco, che aumenta in modo insopportabile ad ogni pulsazione.

Non riesco a staccare gli occhi dall’immagine che campeggia a tutto schermo sul mio pc. Lui, il Bastardo, seduto al sole fuori da una casa (forse la sua ma non lo so), lo sguardo magico rivolto alla macchina fotografica e tra le braccia…. i suoi due figli.

Vi giuro se qualcuno mi avesse dato un pugno in faccia avrei sentito meno male. Ma cosa ami fa male davvero? Lo sapevo che lui aveva una famiglia, dei figli. Forse il vederli con i miei occhi ha reso reale qualcosa che finora era solo un insieme di parole nella mia testa. O forse avere visto mi ha fatto capire che quello è il mondo del Bastardo, un mondo in cui per me non c’è posto, permeato da una felicità leggera che cade su tutti i suoi abitanti rendendoli soffici e coccolosi,una felicità fatata che io non posso capire, che non posso avere. Perché in fondo io non sono nulla. Solo l’altra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...