Attese

Attese, già, così è fatta la nostra vita. Attendiamo che il lui di turno faccia una scelta, attendiamo che si faccia sentire, attendiamo il giorno in cui voglia vederci. Attendiamo la sua presenza, le sue mani, la sua bocca, il suo tocco, la sua pelle contro la nostra. Attendiamo di respirare il suo profumo, di sentire la sua voce, di innamorarci di nuovo del suo sguardo. Siamo così; anime destinate ad un eterna attesa di un momento che tolga il fiato, di una felicità momentanea che ci sembra irraggiungibile in un’altro modo, con un latra persona. Attendiamo di sentirci parte di qualcosa di speciale, che solo lui è in grado di farci sentire. E nell’attesa dimentichiamo di vivere, nutrendoci del ricordo di momenti irripetibili vissuti e oramai passati.

E come il prigioniero in attesa della sua ora d’aria, costruiamo tutta la nostra esistenza intorno a quell’attimo in cui le nostre anime si incontreranno di nuovo.

Non rendendoci conto che siamo noi a rinchiuderci sempre più a fondo in questa buia prigione, ignorando completamente la cella spalancata davanti a noi e la strada aperta che potrebbe condurci verso la libertà e, forse, verso un’altra felicità.

Perché in fondo l’unica felicità che conosciamo è Lui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...