Imparare a respirare

Mi manca l’aria. Il semplice gesto di respirare è un atto doloroso e volontario cui costringo il mi259037_376533150_getattachmentlq_H091548_L

Questo è quello che succede quando hai provato le emozioni più belle , intense e colorate della tua vita e poi ti sono state tolte. Dicono che è meglio aver amato e perso che non aver amato mai; probabilmente chi ha sviluppato questo pensiero non ha mai amato o non ha mai perso ciò che ha amato; se gli fosse successo non avrebbe mai detto un’assurdità del genere. Il pensiero di passare il resto della mia vita senza quelle emozioni, cercando di ritrovarle ma sapendo che l’impresa è destinata al fallimento mi strugge.  Posso sentire il mio corpo reagire a questa mancanza in una massa inconsapevole e incontrollabile di spasmi muscolari, la mia mente è annebbiata da una tristezza perpetua e respirare diventa una tortura.

Come può Lui, che dice di amarmi come mai nessuna, portarmi ogni volta in paradiso e poi chiedermi di rinunciarci? Non è amore questo!

Forse sarebbe stato preferibile vivere sperando di provare certe emozioni, seguendole ma non toccandole mai, piuttosto che vivere in questa costante tortura di non poterle mai più provare.

Lui è il padrone di questi sentimenti colorati, a Lui solo è riservata la scelta di riportami di nuovo a vedere il paradiso o condannarmi alla sua assenza. Io, nel frattempo, devo riuscire a respirare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...